LA VIA DEL DUCA

CERTOSA DI PESIO - PIANO DELLE GORRE - PASSO DEL DUCA - LIMONE


40 KmAdatto a ciclisti esperti Dislivello positivo: +1.760 m - Discesa totale: 200 m - Quota massima raggiunta: 2.150 m


La Via del Duca, da percorrere in mountain-bike o piedi, rappresenta un accesso importante dal basso Cuneese e Monregalese all’Alta Via del Sale, attraverso gli splendidi scenari del Parco del Marguareis, sul tracciato di un’antica rotabile militare recentemente recuperata. Da Chiusa di Pesio, è necessario risalire la pittoresca valle omonima con la viabilità ordinaria per prati e castagneti. Si superano le frazioni di Vigna e di San Bartolomeo, e l’antichissima Certosa, dotata di un incantevole chiostro. Con un percorso più tecnico si può accedere alla Valle Pesio anche da S.Anna di Prea in Valle Ellero, risalendo fin sotto la vetta del Monte Pigna, con discesa e arrivo alla Certosa tramite il sentiero delle Borgate. Dal Villaggio d’Ardua si può usufruire della variante sterrata sulla destra. La valle si restringe ancora ed assume caratteristiche alpine, in breve si perviene alla radura del Piano delle Gorre (Rifugio).

I più sportivi potranno sperimentare in un’altra occasione i movimentati percorsi dedicati alle Mtb che dal fondovalle conducono alla Certosa visitando alpeggi e casolari sparsi (Marguareis Bike, Sentiero Chiusa – Certosa, etc.). Dal pianoro, la rotabile a fondo naturale prosegue tra grandi conifere alle Cascate del Saut (guado). La ex-militare 194 è stata recuperata e rimessa a nuovo ed ora presenta un ottimo fondo. Il tracciato, ampio e facile, percorre una suggestiva abetaia; dal Gias degli Arpi comincia a serpeggiare nell’alpestre e ruvido vallone omonimo, con lunghi e regolari tornanti in ambiente più aperto. Dai praticelli del Colle del Prel, dopo un traverso più stretto ed una successiva rampetta da condurre bici a mano, si pratica lo stretto intaglio del Passo del Duca, segnalato da alcune vistose gugliette. Di qui in avanti il tracciato è stato ripulito ma si presenta ancora allo stato naturale, con fondo più tecnico. Un tratto selvaggio e panoramico, con lievi saliscendi tra rocce calcaree e pini mughi, conduce al Gias delle Ortiche.

Ora la via ex-militare, adattandosi perfettamente alla tormentata morfologia del terreno, risale gradatamente la spettacolare regione delle Carsene, sfiorando campi di rocce carsificate, pietraie e doline, tra la Cima della Fascia e il Gruppo del Marguareis. Raggiunta infine la Capanna speleologica Morgantini, si svalica sul lato francese, con due differenti possibilità di discesa. A sinistra, una pista di servizio inerbita conduce in breve alla strada bianca dell’Alta Via del Sale, in direzione del Rifugio Don Barbera (itinerario 2). Chi invece intende continuare sull’altro lato in direzione di Limone Piemonte, sulla destra può ripercorrere il tracciato originario della ex-militare, che si presenta più stretto e con qualche passaggio esposto, uscendo direttamente in prossimità del Colle della Boaria.

PUNTI DI INTERESSE

PUNTI DI INGRESSO

Limone Piemonte, Ormea-Upega di Briga Alta, Triora, Pigna, La Brigue e Tenda; a questi si aggiungono gli accessi dalle Valli Gesso e Pesio, riservati ad escursionisti e mountain-bike. I caselli dove acquistare i biglietti in loco sono a Limone e Briga Alta.

SCARICA LA CARTINA IN PDF

SCARICA I TRACCIATI GPX

ACCOGLIENZA

REGOLAMENTO

Un apposito Regolamento disciplina l’accesso all’Alta Via del Sale, per preservare il tracciato e il suo territorio e per garantire la sicurezza delle persone che vi accedono (pedoni, ciclisti, veicoli a motore). Le prescrizioni ivi contenute, dettate dalle condizioni di contesto (sede stradale ristretta, assenza di protezioni, …) e richiamate dalla segnaletica ai punti di accesso e lungo il percorso, devono essere conosciute e rispettate. La strada si raggiunge con mezzi motorizzati da ben sei ingressi: Limone Piemonte, Ormea-Upega di Briga Alta, Triora, Pigna, La Brigue e Tenda; a questi si aggiungono gli accessi dalle Valli Gesso e Pesio, riservati ad escursionisti e mountain-bike (con buone capacità fisiche e tecniche).
L’accesso è libero per gli escursionisti e cicloturisti, la strada è aperta ai mezzi motorizzati previo versamento di un pedaggio prenotabile qui, o direttamente in loco agli ingressi di Limone Piemonte, in località Cabanaira, e nel Bosco delle Navette, in località Ponte Giairetto, nel comune di Briga Alta.
Nel tratto tra Loxe (Briga Alta) e Cabanaira (Limone Piemonte), l’accesso ai veicoli a motore (purché idonei a percorrere strade sterrate di montagna) è possibile solo se muniti di permesso di transito. 
La strada è chiusa nelle intere giornate di martedì e di giovedì di ogni settimana al traffico motorizzato mentre rimane accessibile tutti i giorni a pedoni e ciclisti.
In caso di situazioni improvvise, anche di carattere meteorologico, che pregiudichino la sicurezza, le autorità locali possono comunque impedire il transito anche ai titolari dei permessi validi.

REGOLAMENTO REV 14 16 NOVEMBRE 2018

CÔNITOURS
Via Pascal, 7 - 12100 Cuneo
Tel. 0171/69.62.06 - 0171/69.87.49
Partita Iva 02063980045
×

Log in